Fondi Ue: Oliverio, Calabria prima al Sud per spesa

Reggio Calabria – Nella spesa dei fondi comunitari “abbiamo cambiato passo, realizzando anche il nuovo target del prossimo 31 dicembre come quello dello scorso anno”. Ad affermarlo è stato il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, intervenendo all’ultima seduta del Consiglio regionale della decima legislatura. “Non si può affrontare il grande problema del lavoro – ha spiegato Oliverio – senza una radicale modifica delle politiche nazionali ed europee, senza cioè diversificare le politiche in modo da attrarre investimenti delle imprese nel Sud attraverso la leva fiscale e gli incentivi. Se il credito di imposta non viene limitato al Sud ma viene esteso anche alle Regioni del Nord, è chiaro che diventa tutto difficile, perché competere in una condizione di disparità significa alimentare l’emigrazione dalla Calabria e dal Mezzogiorno. In questo quadro – ha evidenziato il presidente della Regione – abbiamo assunto molte iniziative interloquendo con il governo e l’Europa: anche qui abbiamo cambiato passo, per la prima volta abbiamo invertito il trend, anche il nuovo target del 31 dicembre prossimo lo abbiamo realizzato come quello dello scorso anno, con un risultato che ci ha portato a una premialità di oltre 140 milioni. Il nuovo target è stato già realizzato, siamo la prima tra le Regioni del Sud in quanto a realizzazione della spesa”. Per Oliverio quella che stasera si è conclusa “è stata una legislatura che, pur nelle difficoltà in cui si è operato, determinate dall’accumulo dei problemi dei vari decenni anche per l’assenza di politiche nazionali adeguate, ha prodotto risultati importanti”.