Regione: Bevacqua, sul bilancio da Santelli 2 pesi e 2 misure

Catanzaro  – “Se davvero la Presidente Santelli ritiene illegittimo il bilancio approvato nella scorsa legislatura, non vedo come possa predisporre il nuovo bilancio con i medesimi funzionari che hanno predisposto il vecchio: li accusa di avere stilato e vistato un atto che lei ritiene da Procura della Repubblica e, nello stesso tempo, si affida a loro per produrre l’atto più importante dell’attività regionale? La contraddizione è gigantesca”. È quanto dichiara il capogruppo Pd in Consiglio regionale, Domenico Bevacqua. “Le dichiarazioni rilasciate ieri – aggiunge – in merito alla legittimità del bilancio regionale sono gravi e non possono essere lasciate cadere nel vuoto come se nulla fosse: una cosa è esprimere un giudizio politico su atti della precedente legislatura; ben altra cosa è affermare che i medesimi atti andrebbero portati alla Procura della Repubblica. Una Presidente di Regione non può usare le parole senza valutarne il peso, anche perché poi deve dimostrarsi consequenziale rispetto a ciò che dice. Per esempio, non dovrebbe, come invece ha tranquillamente fatto, nominare uno staff e un capo di gabinetto senza che vi sia alcuna copertura di bilancio per le nomine medesime: questa sì che è una violazione palese delle norme in materia. E, per accertarla, non c’è bisogno di portare le carte chissà dove: è sotto gli occhi di tutti”.​