Sanita’: Santelli, Oliverio non ha rapporti con il governo

Catanzaro  – “E’ inconcepibile che il 25 luglio, quattro mesi dopo la mancata pubblicazione del decreto 50, Regione e Ministero parlino attraverso i telegrammi. Mentre gli ospedali si avviano verso un inevitabile caos agostano”. E’ quanto afferma la deputata di Forza Italia Jole Santelli, coordinatrice del partito in Calabria. “Oliverio conferma con questo telegramma – scrive – di non avere piu’ rapporti con Palazzo Chigi e si trascina dietro la responsabilita’ di non aver pubblicato il decreto Scura che sbloccava seicento assunzioni ma non e’ solo in questa filiera. Il ministero della Salute – dice Santelli – ha responsabilita’ ancora piu’ pesanti della Regione, poiche’ ha ostacolato la pubblicazione del decreto e ha trasformato il settore piu’ importante della vita dei calabresi in un serbatoio politico. Lorenzin – dice Santelli – si prende il merito di aver riaperto l’Ospedale di Praia a Mare, mentre sa benissimo che si tratta di un’ottemperanza ritardata a una sentenza del Consiglio di Stato di quasi tre anni fa. Dal 2014 ad oggi l’emigrazione e’ aumentata di 4 punti – afferma Santelli – a conferma di come il sistema sanitario calabrese abbia fallito i suoi compiti. In questa vicenda – conclude Santelli – e’ difficile non dare colpe a tutto l’apparato istituzionale, che ha sottovalutato incredibilmente le esigenze degli ospedali e dei distretti sanitari ma, soprattutto, dei pazienti calabresi, lasciati soli ancora una volta nella difesa del bene piu’ prezioso, e degli operatori sanitari, costretti ancora una volta a turni massacranti, in aperta violazione alle direttive europee sul lavoro”.