Giochi 2018: un oro, un argento e 3 bronzi per militari italiani

Roma – Tre forze armate, 50 atleti, 13 discipline e 5 medaglie conquistate. Sono i numeri della Difesa a conclusione delle Olimpiadi invernali 2018 a PyeongChang, in Corea del Sud. Il team azzurro torna a casa con l’oro nello snowboard cross vinto da Michela Moioli, in forza all’Esercito. E all’Esercito appartiene Lucia Peretti, medaglia d’argento nella staffetta femminile dello short track skating. Ed e’ un bronzo firmato Arma dei carabinieri quello conquistato da Federica Brignone nel gigante femminile di sci alpino. Bronzo anche nello sprint del biathlon per l’atleta dell’Esercito Dominik Windisch, che vince il terzo posto anche nella staffetta mista del biathlon insieme a Lukas Hofer e Lisa Vittozzi, entrambi del Centro Sportivo Carabinieri.
Il Capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano, ha espresso ancora una volta a nome di tutte le forze armate le congratulazioni per il risultato ottenuto e il proprio orgoglio per quegli atleti militari che da sempre con impegno e disciplina si contraddistinguono portando il tricolore sul prestigioso podio dei Giochi olimpici invernali: “Lo sport rappresenta il catalizzatore per unire, nel confronto agonistico, anche nazioni e popoli in contrapposizione sul piano politico e diplomatico. La condizione militare e l’attivita’ sportiva sono da sempre intimamente legate. Per ogni militare, infatti, la sana pratica sportiva costituisce uno degli strumenti cardine dell’addestramento, indispensabile per adeguare le doti fisiche alle esigenze operative che si stanno facendo sempre piu’ pressanti e complesse. Inoltre – conclude Graziano – il rapporto tra mondo militare e sport rappresenta un prezioso veicolo per stimolare e rafforzare l’imprescindibile legame con la societa’ civile”.