Droga: gang di giovani tra la Calabria e Como, 5 misure cautelari

Reggio Calabria¬† – E’ di cinque misure cautelari per altrettanti indagati, uno di 51 anni, e 4 giovani di eta’ compresa tra 20 e 27 anni, il risultato di una nuova operazione antidroga dei Carabinieri della Compagnia di Locri, in provincia di Reggio Calabria. I cinque sono stati sottoposti dal gip di Locri, Domenico Di Croce su richiesta del pm Rosanna Sgueglia, uno all’obbligo di presentazione quotidiana alla Polizia Giudiziaria; gli altri quattro congiuntamente all’obbligo di dimora nel comune di residenza nonche’ all’obbligo di rimanere in casa in orari prefissati. Per tutti l’accusa e’, a vario titolo, dei reati di concorso in detenzione ai fini di spaccio di sostane stupefacenti, commessi in Bovalino, Locri e Como tra il 2016 ed il 2017. L’operazione, denominata “Sampei”, nasce da un’indagine dei Carabinieri della Stazione di Bovalino tra la primavera del 2016 e l’estate 2017, e vede complessivamente 11 indagati. Durante le indagini sono stati eseguiti 10 arresti e 10 denunce in stato di liberta’, numerose segnalazioni amministrative per uso di sostanze stupefacenti nonche’ il sequestro di circa 8 kg di marijuana, hashish e cocaina, 120 piante di cannabis indica tipo nana, una pistola Beretta calibro 9 con matricola abrasa con due caricatori e 14 colpi nonche’ materiale per il confezionamento dello stupefacente e 60 kg di polvere pirica. L’attivita’ investigativa ha accertato l’esistenza di una gang di giovani che, tra Bovalino e Locri, nonche’ Como, in particolare a Torno, producevano, detenevano o acquistavano ingenti quantitativi di varie sostanze stupefacenti per poi rivenderli.

,